Nell’ambito della Unità Operativa Dirigenziale 50.17.02 è stato realizzato il presente sito con l’obiettivo di raccogliere su un’unica piattaforma le varie informazioni collegate alla biodiversità. Mettere a disposizione un aggregatore che raccolga dati dai diversi Uffici che a vario titolo si occupano di biodiversità ha l’intento di facilitare all’utente una ricerca che sui motori di ricerca risulta spesso complessa e dispersiva e presenta il rischio di condurre su siti non istituzionali, spesso contenenti notizie non comprovate e non ufficiali.

La Vetrina istituzionale della Biodiversità (come può essere definito questo sito), grazie ai collegamenti in essa presenti, ha l’ambizione di contribuire ad informare e sensibilizzare i cittadini sul tema della biodiversità in senso generale ed, in particolare, su quella attinente alla Regione Campania e questo non solo per la ricchezza delle risorse floristiche e faunistiche di cui si pregia il nostro Paese e, più nello specifico, la Campania, ma anche per il momento storico ideale in cui si inserisce il discorso biodiversità: le Nazioni Unite hanno decretato il 2010-2020 “Decennio della Biodiversità”;  l’Unione Europea e l’Italia hanno messo in atto precise strategie ed una serie di azioni volte alla valorizzazione della biodiversità; ne consegue che anche gli Enti locali hanno l’obbligo istituzionale e morale di fornire il loro concreto contributo.

Le informazioni al momento presenti su questo sito trovano la loro fonte nel Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; nella U.O.D. Foreste e Caccia della Regione Campania; nella U.O.D. 500607 Gestione delle risorse naturali protette Tutela e salvaguardia dell'habitat marino e costiero Parchi e riserve naturali; nell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale in Campania (A.R.P.A.C.); nell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA). 

Oltre alla presenza degli Enti pubblici la UOD 501702 si propone, nel prosieguo, di arricchire il materiale informativo con dati e notizie provenienti da fondazioni ed associazioni tematiche accreditate.